Subiaco nell’Evo Antico

Nel Medio Evo protagonisti della storia sublacense furono San Benedetto (480-547) ed i suoi seguaci.

Il Santo, dopo aver vissuto vita eremitica per un triennio in una grotta del monte Talèo, gettò le basi del suo Ordine monastico fondando, lungo la vallata, 13 minuscoli monasteri di dodici monaci ciascuno con un proprio abate.Essi, dopo una esuberante vitalità, furono, nel sec. IX, depredati e bruciati dagli Agarèni o Saraceni, che infestarono l’Alta Valle dell’Aniene.

Leggi…

Articolo pubblicato nella categoria Storia

Il Laghetto di San Benedetto sull’Aniene – Subiaco

Di eccezionale qualità paesaggistica e naturalistica, sintesi di tutti i valori ambientali che caratterizzano e qualificano il percorso.

Il pittoresco laghetto, alimentato dalle acque dell’Aniene che fuoriesce dalle rocce e precipita in una scrosciante cascata, prende il nome dal monastero di San Benedetto che si erge, in tutta la sua magnificenza, sulla verticale dello specchio d’acqua.

Come si raggiunge:
seguendo Via dei Monasteri, 300 metri dopo i ruderi della Villa di Nerore girare a destra e  proseguire lungo la via delle Prata per 270 m; dal punto in cui la strada si fa più ampia, prendere il sentiero a destra che scende al fiume, attraversare il ponte di legno sull’Aniene e risalirne il corso, per 100 m circa, fino al laghetto.

Accessibilità del sito:
Ottima accessibilità al sito, sentiero ben curato.

 

Articolo pubblicato nella categoria Video

La Festa di San Benedetto

Il suono di tutte le campane della Basilica di Sant’Andrea annunciano, all’alba del 20 marzo, l’inizio dei festeggiamenti in onore di San Benedetto, patrono della città.

Leggi…