La Panarda

La panarda è un’antica tradizione dell’Italia centrale, nata come consuetudine di rifocillare i poveri.

L’importanza del consumare collettivamente i pasti ha sempre avuto valenze molteplici e basilari.
Per le genti d’Abruzzo la ritualità e la sacralità di onorare l’ospite a tavola ha radici antichissime. Nasce così in secoli tumultuosi e precari, soprattutto a partire dal ’500-’600, il rito della panarda.
Leggi…

Sapori e Tradizioni

Un appuntamento che nasce con l’intento di far conoscere e riscoprire le tradizioni straordinarie che solo la Valle dell’Aniene sa offrire.

La prima edizione di “Sapori e Tradizioni”, spiegano gli organizzatori, intende rievocare la vita dei contadini di un tempo, che dopo una giornata trascorsa nei campi si ristoravano mangiando e bevendo insieme, tra stornelli, canti e un buon bicchier di vino, partecipando tutti insieme a quella sorta di merenda  chiamata PanardaLo spirito e la genuinità di quelle usanze, dove la terra oltre a dare lavoro dava anche di che sfamarsi. Leggi…

Articolo pubblicato nella categoria News

Subiaco dal 1 di Marzo sarà inserito tra I Borghi più belli d’Italia

Subiaco dal 1 di Marzo sarà inserito tra “I Borghi più belli d’Italia”. Subiaco sarà il tredicesimo borgo laziale che entrerà a far parte di questa prestigiosa e speciale classifica. Infatti il club de “I Borghi più Belli d’Italia” nasce nel 2001 su impulso della Consulta del Turismo dell’Associazione dei Comuni Italiani (ANCI) con lo scopo di valorizzare il grande patrimonio di Storia, Tradizioni, Arte, Cultura ed Ambiente dei piccoli centri italiani. Leggi…

Articolo pubblicato nella categoria News

La Storia di Livata

È in vendita il libro di Giorgio Carcelli dal titolo “La storia di Livata” (Iter Edizioni). Si tratta della ricostruzione, attraverso testimonianze e documenti ufficiali, delle iniziali affermazioni della futura “Montagna della Capitale” (e non “Montagna di Roma”, come riportato nel libro (tale definizione riguarda, infatti,il Terminillo) in quanto stazione di sport invernali, del suo sviluppo turistico, a seguito soprattutto della costruzione della strada di collegamento con Subiaco e dell’impegno di alcuni pionieri sublacensi. Leggi…

Articolo pubblicato nella categoria News

Il Museo delle culture Villa Garibaldi di Riofreddo

Il museo delle culture ‘Villa Garibaldi di Riofreddo’ è un museo locale, demoetnoantropologico, legato al suo ‘territorio’; in esso si conservano le testimonianze storiche e culturali della comunità. Il patrimonio culturale del museo è costituito da beni materiali e immateriali, questi ultimi caratterizzano le culture popolari di tradizione orale. Leggi…

Il Museo della Civilità Contadina di Roviano

Roviano, paese di antiche origini, si trova lungo il corso del fiume Aniene, tra il parco dei monti Simbruini e quello dei monti Lucretili. Il museo della Civiltà Contadina Valle dell’Aniene è il primo della regione Lazio a carattere demo-antropologico e nasce dall’incontro fra ricerche sul territorio e collezione di oggetti. La nuova esposizione inaugurata nel 2001, è ospitata nel castello Brancaccio di origini medievali, il più importante monumento architettonico del paese, e collega in unico percorso la storia stessa del Museo, il contesto territoriale e le vicende del palazzo. Leggi…

Livata torna in pista

Il 22 dicembre, ore 11.00, sarà inaugurata la seggiovia quadriposto, località La Monna dell’Orso. A far gli onori di casa interverrà il Sindaco di Subiaco Francesco Pelliccia e la società concessionaria Livata 2001 che daranno il via al primo giro della seggiovia. Al momento inaugurale parteciperà anche la Regione Lazio con propri rappresentanti.

 

A seguire lo sci club Livata e l’’associazione di snowboard faranno un’esibizione sulla pista. Per l’occasione l’iniziativa è aperta a tutti e verrà fatto un brindisi inaugurale per dare il via alla nuova stagione. La seggiovia serve 6 piste: Topolino, Pista delle Signore, Nordica, Pista del Sole, Pista dell’Orso e Trasversale: nella Trasversale verrà costruito lo snowpark (novità assoluta).

 

La seggiovia che porta 2400 persone a l’ora, ha sostituito il vecchio skilift, che non funzionava da 4 anni. Dal giorno dell’inaugurazione, e per tutta la stagione natalizia nei weekend della stagione invernale, sarà attivo un servizio navetta Livata-Campo dell’Osso-Monna. Inoltre a Campo dell’Osso è sempre a disposizione la pista Tricolore di fondo formata da tre anelli da 2,5 a 7 km che si snodano attraverso il suggestivo e caratteristico terreno carsico di questa zona, tra ampie radure e una fantastica faggeta. Inoltre è possibile fare snow tubing , partenza dei percorsi per ciaspolate e area per sciatore inesperti con tappeti per la risalita.

 

A Livata presso il centro sportivo “L’anello” verrà aperta la club house che durante le vacanze di natale diventerà un kindergarden per i genitori che lavorano o che vogliono sciare. La struttura dopo ogni giornata dedicata allo sport diventerà un “dopo sci” per tutti coloro che vogliono riscaldarsi con un vin brulè accompagnato con le tipicità locali.

 

Per info Livata 2001 : +39 3356782091

Per info Comune di Subiaco: 0774 816203 Per info Livata 2001 : +39 3356782091

Articolo pubblicato nella categoria News

Tradizioni Alimentari – Fagiolina Arsolana

La fagiolina Arsolana, è un legume bianco, di dimensioni fra i 5 e i 7 mm  un pò tondeggiante, di pasta delicata, facilmente digeribile.  Questa varietà di fagiolo viene coltivato ai piedi della cittadina di Arsoli nelle campagne bagnate dal fosso Bagnatore e dal fiume Aniene.

La sua semina avviene  nel mese di maggio per poi raccogliere il prodotto tra la fine di agosto e i primi di settembre.

La riscoperta di questo legume  va a un contadino ultraottantenne, Luigi Di Marcotullio che per anni ha mantenuto in vita questa coltivazione  nel suo orto. Si tratta di un vero e proprio tesoro genetico come l’hanno definito i ricercatori del CNR di Porano che si sono occupati del suo recupero.

Gli arsolani hanno sempre dedicato al raccolto della fagiolina feste paesane che con il tempo si trasformate in una sagra che si svolge tra la fine di agosto e l’inizio di settembre.
La sagra propone per due giorni le semplici ricette contadine cucinate ancora secondo le antiche modalità e con prodotti genuini locali eventi culturale e ricreativi.

Festa della Crocetta

Si narra che durante il secolo scorso sulla cima del Monte Francollano si recò un pittore, che stregato dalla bellezza del panorama che si apriva alla sua vista, si mise a dipingere.

Leggi…

L’Inchinata

La festa con il suo complesso cerimoniale si svolge la sera del 14 agosto.  In questa occasione, due processioni recanti le immagini dell’Assunta e del Salvatore muovono da due punti del paese, la prima dalla chiesa di Santa Maria della Valle, la seconda dalla cattedrale di Sant’ Andrea, per incontrarsi alla fine con un suggestivo rito.

Leggi…

La Speata

Il termine vuole indicare una camminata molto faticosa, e consiste in una gara podistica di circa 12 km su un percorso interamente in salita (Subiaco – Monte Livata).
Questa manifestazione, venne promossa per la prima volta nel 1974 dall’Azienda Soggiorno e Turismo di Subiaco.

Leggi…

Rock Festival Blues

Il Subiaco Rock Blues Festival è una manifestazione culturale internazionale a favore dello sviluppo culturale e turistico.

Il Subiaco Rock Blues Festival è un contenitore dai confini non delimitati dove trovano collocazione iniziative diverse con un solo denominatore comune: la cultura musicale rock e blues.

Leggi…

Articolo pubblicato nella categoria Eventi

Festa di San Vito

In contrada San Vito a Subiaco, c’è una piccola chiesa in pietra locale che gli abitanti del luogo dedicarono nel XI secolo al culto del Santo.
In quella chiesa si racconta che venivano portati i bambini affetti dal “ballo di San Vito” e dalla “lanca”, e bevendo l’acqua che sgorgava dalla sorgente posta nei pressi della chiesa, sarebbero guariti e quindi tornati a vivere normalmente.

Leggi…

La Festa di San Benedetto

Il suono di tutte le campane della Basilica di Sant’Andrea annunciano, all’alba del 20 marzo, l’inizio dei festeggiamenti in onore di San Benedetto, patrono della città.

Leggi…

La Sgambata

Nel cuore del parco regionale dei Monti Simbruini, in locatità Campo dell’osso – Monte Livata, si svolge la Sgambata, gara di gran fondo e marcia turistica sulla neve in più distanze.
Leggi…

La Festa di San Biagio

Il 3 febbraio i sublacensi raggiungono sin dalla mattinata il piccolo eremo sul Monte Taleo, fatto costruire nel 1110 dall’abate Giovanni V e dedicato al culto del Santo.
Leggi…

La Befana in Canoa

Il cinque gennaio al calare della notte sul fiume Aniene, alla testa di un lungo corteo di canoe e gommoni, arriverà la Befana col tradizionale appuntamento della discesa in canoa.Illuminato dalle luci delle fiaccole il corteo parte dal ponte di Sant’Antonio, per raggiungere dopo circa cinquecento metri il ponte medievale di San Francesco.
A salutare l’arrivo della prima canoa ci saranno lungo la sponda sinistra dell’Aniene i bambini, ai quali la Befana, impersonata da una giovane canoista, distribuirà dolci e regali sulle note di musiche natalizie.
L’iniziativa è organizzata da Vivere l’Aniene.

Chiesa di San Lorenzo Martire

Nella seconda metà del IV secolo in località Pianello, per iniziativa del patrizio romano Narzio, il quale possedeva intorno a Subiaco vasti appezzamenti di terreno, fu eretto il primo luogo di culto.

Così 10 agosto dell’anno 369, dopo aver dedicato la chiesa al culto di San Lorenzo, Narzio decise di donare tutti i suoi beni proprio ai custodi della stessa ed a coloro che vivevano a Pianello.

Leggi…

Il Legno, il Carbone ed il Fuoco

Presso la prestigiosa Rocca Abbaziale di Subiaco dal 8 Dicembre 2011 al 8 Gennaio 2012 l’associazione culturale Simbruina Stagna in collaborazione con il Comune di Subiaco presenta la mostra fotografica dal titolo “Il Legno, il Carbone ed il Fuoco”.

La mostra fotografica indica come filo conduttore della narrazione l’impiego della legna nei lavori tradizionali e nei riti delle feste del ciclo annuale, storicamente presenti nella valle dell’Aniene.

La risorsa boschiva ancora oggi è una realtà molto importante per l’economia del territorio, in grado di offrire interessanti opportunità di guadagno.

È però un’attività faticosa, svolta necessariamente con l’impiego dei muli per la natura impervia delle montagne.

Fino a pochi anni fa la grande disponibilità di legname era adoperata anche per ricavare carbone e soprattutto nel paese di Vallepietra era diffuso il duro mestiere del carbonaio, secondo un uso secolare.

La fonte primaria da cui si otteneva energia e calore non poteva non lasciare tracce profonde nei riti del folclore locale.

Durante l’anno in diversi paesi che si affacciano lungo l’Aniene, in occasione di feste e ricorrenze, il fuoco costituisce un elemento fondamentale della ritualità religiosa o profana e torna a risvegliare antichissimi stati emotivi.

Mostra fotografica a cura dell’Associazione Culturale Simbruina Stagna.
Fotografie e testi Prof. Giuseppe Bonifazio.

Dal 8 Dicembre 2011 al 8 Gennaio 2012
Rocca Abbaziale – Subiaco – Roma

La Vecchia Stazione Ferroviaria di Subiaco

Si iniziò a parlare di un collegamento ferroviario che permettesse di raggiungere rapidamente Roma ed il resto d’Italia. Venne costituita nel 1898, a cura della ditta Alarico Patti, la Società Anonima per la  Ferrovia Mandela – Subiaco che rilevò dagli eredi Baccelli la concessione per la costruzione di una linea ferroviaria a scartamento normale da Subiaco alla stazione di Mandela, posta sulla linea Roma – Sulmona. Leggi…

Articolo pubblicato nella categoria Storia

Monte Livata

Il monte, inaccessibile sino al 1956 alle automobili, non lo fu più, quando gli organi del ministero dell’agricoltura e Foreste ne resero il collegamento tramite la s.p. 44/b. Il percorso tra Subiaco e Monte Livata è di circa 15km e porta alla prima quota di 1400 slm fino alle falde di Monte Autore (1853 mls), con un susseguirsi di visioni panoramiche dense di ricordi storici sacri e profani.

Leggi…