Orson Welles a Subiaco – Portrait of Gina

Portrait of Gina, o Viva Italia è un film documentario girato tra il 1957 e il 1958 da Orson Welles e finanziato dalla TV americana ABC.

Welles fu ingaggiato dal presidente di rete Leonard H. Goldenson della ABC-TV per creare una serie televisiva nuova ed accattivante, così il regista americano fu finanziato con ben 200.000 dollari per creare una serie pilota.

Una delle puntate pilota fu realizzata proprio in Italia, a Roma ed in particolare nella città natale di Gina Lollobrigida, Subiaco, tra vicoli e scorci. Varie le interviste agli attori dell’epoca come De Sica, Rossano Brazzi e Paola Mori.
Solo al termine del documentario Welles intervista la Lollobrigida, rivolgendogli domande molto personali cercando a tutti i costi il gossip.
Si tratta di un documentario molto particolare, la composizione è tipica del regista americano, le sequenze sono arricchite dai disegni di Saul Steinberg, noto fumettista americano. Welles, sempre al centro della scena, intervista e commenta la storia dell’attrice italiana con una vena sarcastica e pungente.

Questa pellicola ha una storia molto particolare, infatti, l’unica copia di Portriat of Gina fu lasciata da Welles nella sua camera al Ritz di Parigi. Le scatole che la contenevano, non erano etichettate  e finirono nel magazzino degli oggetti smarriti dell’hotel per più di trent’anni per poi essere ritrovate poco dopo la morte di Welles.

Il film ha avuto la sua prima proiezione pubblica nel 1986 al Festival di Venezia, ma la Lollobrigida, dopo aver visto la realizzazione di Welles, scontenta ha cercato di vietare la distribuzione attraverso un azione legale, ma ciò nonostante la pellicola fu trasmessa in Germania dalla ZDF, in Francia e in Svizzera.
La Lollobrigida commentò la pellicola:

“Un omaggio alla bellezza, disse, e ne fui onorata. Un atto d’ amore, ma platonico, perché  io stessa gli avevo presentato sua moglie. Uno strano film indagine, in cui Orson mi insegue, va al mio paese, Subiaco, chiede di me e infine m’ incontra nella villa sull’ Appia”…   “Ma non è un film da commercializzare, è un film ricordo, qualcosa di personale”

Il film per la critica cinematografica risulta essere uno dei migliori lavori realizzati da Orson Welles per la televisione, prefigurazione stilistica del capolavoro F for Fake.
Ad oggi Portrait of Gina non è  ancora stato pubblicato ufficialmente, proponiamo il bootleg presente in rete.