Il Museo della Civilità Contadina di Roviano

Roviano, paese di antiche origini, si trova lungo il corso del fiume Aniene, tra il parco dei monti Simbruini e quello dei monti Lucretili. Il museo della Civiltà Contadina Valle dell’Aniene è il primo della regione Lazio a carattere demo-antropologico e nasce dall’incontro fra ricerche sul territorio e collezione di oggetti. La nuova esposizione inaugurata nel 2001, è ospitata nel castello Brancaccio di origini medievali, il più importante monumento architettonico del paese, e collega in unico percorso la storia stessa del Museo, il contesto territoriale e le vicende del palazzo. L’allestimento è stato pensato nell’ottica di dare un’anima agli oggetti attraverso vari espedienti museografici: la dislocazione di zone sonorizzate, la trasfigurazione scenografata di ambienti, l’uso di strutture materiche, la multivisione, che riportano idealmente gli oggetti al loro territorio e ai loro donatori.

Il Museo è stata la prima istituzione a carattere demo-etno-antropologico realizzato nel Lazio. La prima esposizione si ebbe nel 1980 con una mostra documentaria che presentava i risultati di una approfondita ricerca scientifica sul territorio avviata nel 1971. La collezione degli oggetti (attualmente circa duemila) è nata però dall’appassionata e paziente raccolta che un insegnante rovianese della scuola elementare, Artemio Tacchia (anche studioso della storia  e delle tradizioni della Valle), ha effettuato in oltre un ventennio. La storia di questo Museo, che parte da studi effettuati da professionisti delle discipline demo-etno-antropologiche e museali, si coniuga perciò con l’esperienza didattica di una persona che ha sensibilizzato, attraverso il lavoro pedagogico con gli studenti, l’intera popolazione verso le tematiche affrontate dal  museo.

Il Museo nasce dall’eredità di un precedente allestimento esposto per la prima volta nel 1980 nei locali dell’edificio storico denominato “Montano” una volta adibito a frantoio ed attualmente sede della Biblioteca comunale. Inaugurato ufficialmente il 25 Ottobre del 2001, ha sede permanente nel Castello Brancaccio occupandone il piano terra ed il piano superiore da cui si gode una vista spettacolare sulla Valle dell’Aniene e sulle montagne che la delimitano.

Sede Museale principale: Castello Brancaccio (Piazza san Giovanni n.1) Roviano

 

(testi tratti dalla guida Museo della civiltà contadina Valle dell’Aniene” di Roviano, a cura di Ilaria Candeloro e e dalla guida “La storia, la cultura, l’ospitalità” di Roviano)