La Crocetta - Subiaco

Festa della Crocetta

Si narra che durante il secolo scorso sulla cima del Monte Francollano si recò un pittore, che stregato dalla bellezza del panorama che si apriva alla sua vista, si mise a dipingere.

Inavvertitamente, poiché si era spinto fin troppo sul precipizio, una ventata gli fece perdere l’equilibrio e lo fece precipitare. A ricordo di quella disgrazia venne eretta una Croce di legno che durò fin agli inizi del 1900, sostituita poi, da un’altra Croce in ferro, più robusta ed alta della precedente.

Nel 1940 fu di nuovo sostituita; il nuovo Crocifisso realizzato con travi di ferro, opera dell’artigiano Lollobrigida Antonio fu trasportato sulla cima del monte Francollano con i muli.

Nel 1972 alle ore 10,30 dal Campo Sportivo di San Lorenzo decollò un elicottero a cui era legata, con delle resistenti funi in acciaio una nuova Croce del peso di circa 3 quintali. L’elicottero venne messo a disposizione dal Generale dell’Aeronautica Ventriglia grazie anche dell’interessamento del presidente Finotti consigliere presso il CAO “Comitato Appennino Occidentale”.

Dopo un lungo volteggiare sopra i cieli sublacensi alle ore 10,45 la Santa Croce arrivò a quota 970 mt. e venne posata a circa 100 metri dalla vetta del monte. Sette persone cominciarono subito a lavorare per mettere la Croce nell’apposito basamento che era già stato preparato per l’occasione. La giornata non doveva essere delle migliori, freddo e vento la facevano da padroni, ma animati dalla volontà umana e Divina alle ore 12,00 la Croce era dritta sulla cima del monte  con lo stupore della popolazione sublacense.
Per quella occasione Don Nazzareno Appodia fece suonare a lungo le Campane di Sant’ Andrea, per celebrare il ritorno della Santa Croce.

La Domenica del 5 Novembre 1972 la prima festa della Crocetta. Alle ore 12:00 la solenne messa celebrata dall’amatissimo Don Nazzareno, pranzo al sacco ed il pomeriggio feste e giochi per ragazzi e adulti allietati da un’orchestrina del luogo.
Quella Domenica ci fu una grande partecipazione; gli atleti del gruppo sciatori, gli Scout, moltissimi cittadini di Subiaco, festa riuscita benissimo con la soddisfazione di tutti i presenti.

Nel 1973 venne costruito un altare per il primo anniversario della Festa della Crocetta celebrato il 2 novembre.

Nel 1974 sulla Croce venne posto il Cristo realizzato tutto con tondini di ferro del peso di circa 70 kg, Sandro Scifoni il realizzatore. Alle ore 14 del 2 settembre, la croce abbracciò di nuovo il Cristo, con tutta l’emozione dei presenti che avevano fissato la scultura sul monte. Il primo Novembre venne celebrata la III festa della Crocetta.

Nel 1975 per la prima volta la Croce venne illuminata. Erano le ore 19:00 del 2 Novembre. La sua luce si diffuse per tutta la Valle con lo stupore di tutta la  popolazione sublacense.

Ogni anno da quel lontano 1972 ad oggi la Croce grazie al lavoro di fedelissimi non è stata mai lasciata dal sola… miglioramenti strutturali all’ordine del giorno; la Crocetta per Subiaco è diventato un simbolo, una tradizione, una Fede.

I festeggiamenti solitamente si svolgono nella seconda metà del mese di Agosto.